Google+ Followers

mercoledì 19 febbraio 2014

Sanremo sia

Iera sera non c'ero per nessuno.
E' cominciato il Festival.
E io sono una Sanremese dipendente,
Persino Peppa ieri sera ha ceduto il posto al mio tanto amato concorso canoro.
Ho acceso un pò in ritardo e mi sono persa l'inizio di GIP ( ma con Rai replay ho ) e la protesta dei due lavoratori.
Per me è cominciato nel modo migliore, ho acceso e c'era Ligabue che splendidamente interpretava De Andrè.( canzone che io non conoscevo), profondo ed eccellente in un confronto non certo semplice.
Le canzoni non mi hanno toccato particolarmente se devo essere sincera, ma in genere capita sempre così la prima volta ,è stato raro che una canzone mi abbia fatto innamorare subito..è successo nè, ma solo poche volte  con EnricoRuggeri ad esempio quando cantava "Nessuno Tocchi Caino" con Andrea Mirò ( splendidamente vestita ieri sera,non so se è stat al amaternità,ma l'ho vista più morbida e più dolce e femminile) .
Per farla breve non canticchio nulla stamattina, nulla mi è rimasto in testa.
La scenografia mi ha ricordato quella trasmissione di Vianello in cui dovevano rispondere a delle domande e si giocava a tris...mi ha dato uan sensazioen più di calore e vicinanza.




Per quanto riguarda gli ospiti pollice alzato per Ligabue che ha fatto la sua porca figura in tutti i sensi.
Raffaella Carrà è Raffaella Carrà, la sua carriera la precede.
Letizia Castà io non l'ho gradita molto. La reputo un pò povera di contenuti e qui non ha che dimostrato quello che penso.
Le è stato dedicato fin troppo tempo.
Sono stati più graditi gli sopiti che decretavano il voto, in particolare Massimo Gramellini che ha lasciato un segno importante in questo festival con le sue parole:
 "La bellezza non è solo uno zigomo, un capitello, un tramonto.
La bellezza è la creatività in qualsiasi forma si esprima.
Il disegno di un bambno è bello anche quando è brutto, perchè nel farlo un il bambino ha usato energia creatrice.
Crescendo ci si vergogna di creare.
Si preferisce distruggere, deridere, insultare .
Così si finisce per credere che la creatività sia un dono riservato a pochi eletti: gli artisti.
Ma non è vero.
Tutti possiamo creare bellezza....ce ne siamo solo dimenticati."


Stupende e per me sono la base di molte cose in cui credo e nel quale mi sto ritrovando per reinventarmi.
 Stupenda esibizione di Yusuf Cat Stevens e anche della sua testimonianza nella quale ha detto che si è allontanato dalla musica perchè crecava sempre qualcosa che lo completasse e quando l'ha trovato ci si è dedicato in pieno e ha creato una famiglia( che bello aver la fortuna di scegliere!!!) e poi il tempo l'ha riportato sui suoi passi perchè è stato suo figlio a riavvicenarlo alla musica. Percorso forse che era giusto finisse così!
 Nel complesso serata positiva, la Letizzetto ironica coem sempre, ma so che da lei mi aspetto molto di più ,ma credo non mi deluderà.
Staremo a vedere...




4 commenti:

Chiara Vitaloni ha detto...

Io non ho avuto modo di guardarlo, sarà che non ci vado pazza! Un abbraccio.

Giorgia Contu ha detto...

Io odio Sanremo, non l'ho mai guardato e non l'ho guarderò mai..

Michela Lucchi ha detto...

una volta mi capitava di guardalo,ma negli anni ha perso tanto del suo fascino e a volte mi sembra una cosa troppo esosa per i periodi che stiamo passando..

Aldo Lissignoli ha detto...

Devo dire che odio San Remo: scontato, banale ma sopratutto non si da spazio ai giovani.. comunque bel post! :-):-)