Google+ Followers

lunedì 29 dicembre 2014

AlfaTester Betta ritorna a presentarvi Florindo!!!

Rieccomi nelle vesti di Alfa tester Betta per parlarvi di un nuovo prodotto della famiglia Mister Magic https://www.facebook.com/MisterMagicPiccoleMagie?ref=ts&fref=ts 
che ho avuto modo di provare :Florindo http://www.mistermagic.it/index.php/video-trucchi-magici/come-profumare-la-casa-florindo/
Sì perchè per chi non lo sapesse NOI ALFATESTER siamo le prime ad avere l'onore di provare e quindi di giudicare i prodotti che Mister Magic lancia sul mercato (avete presente quando nelle pubblicità dicono 9 donne su 10 che l'hanno provato....ecco funziona proprio così),quindi niente bugie e niente false dichiarazioni,noi proviamo e noi vi raccontiamo perchè siamo noi e rappresentiamo i consumatori diretti ,cioè voi.
Tornando allora a Florindo, Il nome vi ricorda un fiore e infatti anche la confezione ne riproduce proprio la forma carina e delicata del fiore appunto.
Esistono due versioni , quella gialla per la cucina e quella blu per il bagno, nati entrambi per neutralizzare i cattivi odori che derivano da questi due ambienti per ragioni ovviamente diverse.
Io come vedete dalle foto ho ricevuto la versione bagno "brezza marina"e ne sono stata molto felice perchè il problema maggiore l'avevo proprio in bagno più che in cucina, e volevo proprio avere l'occasione di provare questo.
Il prodotto lo trovate blisterato come vi mostro dalle foto 

e aprendolo trovate il fiore appunto che sarà il contenitore delle due cialdine in gel che vanno poste all'interno della parte bucherellata che rappresenta la corolla del fiore, quindi la parte profumata e infatti il profumo arriverà da lì.
Florindo nasce per essere appoggiato come ho fatto io ad esempio (io ho scelto proprio la mensola dello specchio,che rimane sopra il lavabo e di fianco al water) in quanto ha una base e non ha nessun gancio per permettere l'affissione,ma io credo che visto i forellini nulla vi precluda anche di appenderlo se desiderate,solo che così facendo secondo me annullate uno dei due lati profumati.( a meno che non usate una cialdina di gel per volta...possibile anche questo).

Infatti è bi-frontale e potete metterlo come volete senza avere un verso specifico e potete scegliere se aprire anche solo una cialdina (magari per ambienti piccoli ) o entrambi (per una profumazione più intensa o ambienti più grandi)
Esteticamente è fantastico,molto carino e si abbina perfettamente al bagno anche se il mio è rosa e bianco, mi piace comunque ,non stona .


Sulla confezione dice che dura circa un mese (anche se io è più di un mese che l'ho aperta ed è ancora identica).
E' ricaricabile e questo permette poi di spendere meno, si acquista quindi solo la cialdina in gel
Anche se il mio Filippo l'ha voluta tenere in mano, 

il contenitore a fiore permette di NON venire a contatto diretto con il prodotto gelatinoso e quindi non ha corso nessun pericolo.(ovviamente sotto il mio controllo...da solo avrebbe potuto anche mangiarselo conoscendo l'elemento)
La mia esperienza con Florindo è stata strana , decido inizialmente di aprirne solo un lato appunto perché il mio bagno è piccolo,ma non sentivo niente, o meglio se lo annusavo vicino sentivo il profumo di brezza marina,ma non lo sentivo nel bagno.
Ho pensato che fosse perché era più forte l'azione assorbente ( molto forte nel mio caso), perché non so voi ma io ho lo stendino a soffitto e in questa stagione dove non si asciuga nulla il bagno mi rimane molto umido con conseguente odore a volte sgradevole di "bagnato". E devo dire che su questo punto l'ho trovato OTTIMO ,il suo potere assorbiodore è veramente efficace perchè l'odore di umido era veramente diminuito .Per non farmi mancare nulla ho anche il mio piccolo ancora in età da pannolino e ad ogni cambio a volte ci vuole la maschera per non morire asfissiati e anche questo punto è andato a favore di Florindo ,molti meno cattivi odori dovuti alle "Bombe naturali" di mio figlio....ma c'era sempre il problema profumo, quello io non lo sentivo.
E siccome come vi ho detto non sono qui a prendere in giro nessuno, se lo sto provando per voi e sulla confezione c'è scritto che rilascia il profumo io devo provarlo a 360%...sono peggio di San Tommaso!
Ho chiesto alla mia vicina di provarlo lei un giorno nel suo bagno piccolo ,dove non stende per sentire il suo parere.
24 ore Florindo era stato promosso a pieni voti.Le è piaciuto molto ,mi ha detto che è un profumo molto delicato che si percepisce gradevolmente appena aperta la porta del bagno e che è rimasto , non è assolutamente invasivo ma persiste nell'aria.
Ok allora le mie narici non collaborano !!!
Ho chiesto anche a mio marito, un pò meno attento di me su queste cose ,ma nulla non sente niente anche lui!
Quindi tirando le somme per me è un fantastico assorbi odore ,che è la cosa per cui è nato ,ma la parte di emanare anche un gradevole profumo per me non c'è stata,ma io credo che sia stata per il tanto lavorone che ha dovuto fare di assorbenza!

Ah dimenticavo...ringrazio Stefania Magico che segue noi tester che ha ascoltato e seguito i miei dubbi , dandomi sempre il supporto adeguato!
Se un team funziona è perchè c'è chi permette, anche nella parte più nascosta, che tutti gli ingranaggi siano sempre ben oleati!
Complimenti!
Da Alfatester Betta è tutto..passo e chiudo!!!

venerdì 21 novembre 2014

Dopo una lunga assenza ritorno con un amica per me:SOLBAT

"Goccia dopo goccia nasce un fiume" e piano piano diventa un mare.."è una canzoncina dello Zecchino D'Oro e ho pensato di usare questa frase per cominciare a parlarvi di un marchio amico di noi mamme e in generale della casa che è SOLBAT la goccia amica, una piccola, grande goccia che chi mi segue su fb ha già avuto modo di conoscere.
qui ad esempio e qui
 Un'azienda che ha a cuore come me l'ambiente
.Infatti il suo logo è una goccia disegnata ,simpatica e semplice anche da riprodurre.



 Dico questo perchè avendo dei bambini piccoli è bello anche per loro avere un personaggio da disegnare , tipo un eroe e lei Solbat la goccia amica è l'eroina del pulito per mia figlia!
Infatti prima di cominciare a mostrarvi i prodotti in modo che anche voi possiate cominciare ad usarli vi mostro come Sofia vede Solbat......uguale direi! Non trovate?




 

Questi sono i prodotti che ho avuto modo di provare e di testare!
Tantissimi vero?!?
 E coprono ogni sfera di bisogno e di uso domestico.




Sono mesi che li sto provando e usando (chiedo scusa all'azienda per il ritardo di esposizione ) e ora che li ho veramente provati tutti sono qui a parlarvene e a darvi la mia opinione.
Quella che in primis vorrei presentare è la linea AMIGO  una nuova linea naturale e quindi innocua e  NON tossica e non nociva per le persone . Avendo due bambini piccoli uno dei quali vive perennemente a terra ,è  una caratteristica molto importante per me.
Il detersivo per i pavimenti ad esempio io l'ho trovato poco schiumogeno e anche di profumazione non troppo forte.  so che per qualcuno di voi questo può essere un aspetto negativo perchè sento molte di voi dire" Ah non ci sono più i detersivi che profumano come un tempo".
Io credo che l'odore del pulito non abbia nessun odore in realtà , o meglio quello della freschezza che non ha bisogno di essere coperto con altre profumazioni.
Ad esempio io mi occupo anche delle pulizie di uno studio medico e loro utilizzano una linea molto famosa per i pavimenti che non cito ma che a me allunga solo il lavoro....tantissima schiuma che mi fa per forza sciacquare nuovamente il pavimento senza contare quante volte devo sciacquare il mocio e cambiare l'acqua per non ritrovarmi la schiuma.
Questo a voi sembra risparmio ?
Tra acqua che cambio e tempo che perdo io non penso ci sia poi il risparmio.
Quindi così vi giustizio il mio giudizio positivo nei suoi confronti. mi evita il risciacquo e inoltre essendo poco schiumogeno mi permette di usarlo anche dentro nella macchina lava pavimenti l'Acqua Trio della Philips che in presenza di un prodotto troppo schiumogeno non funzionerebbe.
Non contiene conservanti quindi consigliano di chiudere subito la confezione dopo l'uso per evitare appunto che il prodotto si consumi.
Il profumo mi ricorda le bolle di sapone.
Il detersivo per i piatti, come quello per i pavimenti è anche lui privo di conservanti e anche lui deve essere subito chiuso dopo l'uso per conservarlo meglio.
Io uso molto la lavastoviglie ma si sa che qualche piatto da lavare c'è sempre e infatti quando capita non uso nemmeno i guanti ed è da questo particolare che mi sono accorta della validità e la naturalezza del prodotto.
Spesso usando altri prodotti sentivo la pelle proprio secca , da aver bisogno della crema e poi mi causava  molto prurito.
Con questo detersivo invece non sento questa sensazione fastidiosa e allora mi sono detta

"Visto che è naturale la uso per fare le mie bolle di sapone" e così ho fatto.
 Ho ricreato le bolle come si faceva un tempo ma con la ricetta "della nonna" :
acqua
detersivo per piatti
miele
Sono giganti e magiche ,non trovate?
La formulazione mi ha permesso di avere bolle resistenti e poi anche se scoppiavano addosso ai bambini sicura anche di non arrecare loro nessun danno!
Sul detersivo per i vetri  non ho molto da dire perchè nonostante la comodità io trovo che la soluzione di acqua ed ammoniaca che sono solita fare mi dia risultati più soddisfacenti.
Il prodotto in sè pulisce e non lascia nemmeno aloni ,ma paragonato alla mia solita abitudine trovo che me li lasci meno lucidi.
Lo uso invece come brillantante per il lavello e su quello ho avuto la brillantezza che desideravo.Sì perchè io ho l'abitudine dopo la pulizia solita del lavello in acciaio della cucina di passare una spruzzata di detergente per vetri .
Vi sembra anomalo?
Provate e poi mi direte se non brilla molto di più?
E questo di Amigo non mi lascia nemmeno odori diversi dal pulito che sono solita sentire ,
E con lo stesso intento lo uso sulle piastrelle del bagno, spesso dopo la doccia che mi rimangono i segni delle goccioline ,asciugo e passo uno spruzzata di prodotto e ritornano lucide come prima.
Il prodotto per il bagno lo trovo un multiuso, lo uso per i sanitari e la vasca in egual misura  

Io non so voi, ma al mattino non riesco mai a lavarlo e mi trovo a farlo nella pausa e con un unico prodotto come questo mi trovo a dare una velocissima passata giornaliera che mi dà però la sicurezza di aver agito dove mi serve, pulendo e igienizzando.
E lo stesso vale per lo sgrassatore, anche se quello è proprio un multiuso per me, avendo un piccolo tornado per casa che si trasforma velocemente da Attila dove passo io non cresce più l'erba ad un pittore alle prime armi  e a farci sempre le spese sono i mobiletti della cucina e il suo tavolino in cameretta.
lo pulisco sempre ed è sempre lo stesso risultato...dopo due minuti che ho pulito lui arriva e ricolora!!
 Come vedete non è ritornato come nuovo, ma non sono qui a raccontarvi favole, il colore lasciato dai pennarelli viene via tranquillamente, ma lì ormai ha agito con pastelli a cera, pastelli e biro e ahimè non riesco più a toglierli. Ma almeno mi sento sicura di lasciargli copiare la mamma nelle azioni di pulizia..(durano due minuti,nè...poi la vena artistica prende subito il sopravvento)


Utilissimo anche in cucina, per una passata veloce al top e anche per tutta la cucina in generale.
So di essermi dilungata tantissimo...ho questo vizio ,quando comincio non mi ferma nessuno...quindi se siete arrivati fino a qui già vi ringrazio...gli altri prodotti si meritano anche loro un capitolo a sè e non i titoli di coda.
Ringrazio chi mi ha letto e  Solbat per la fiducia .



mercoledì 27 agosto 2014

Sapore e colore un ottima accoppiata in cucina!

Visto che vi è piaciuta tanto l'ultima ricetta ,e vi ringrazio anche per i complimenti , ho deciso di replicare e di riaprirvi nuovamente le porte della mia cucina.
Questa è l'ultima settimana di relax poi si comincia il lavoro e allora impegniamoci un pò di più ed ecco a voi
:SEDANINI IN SALSA DI ZAFFERANO PRESENTATA IN UN CESTINO DI GRANA SU UN LETTO DI RUCOLA


ok...ok...sono prolissa anche nei titoli ma vi assicuro che ci metterete di più a leggerla che a rifarla e anche questa con pochi ingredienti e volendo è anche lei una ricettina "pulisci frigo".
Pronte?
e via...prima di tutto ho preso la rucola che ho sul balcone, piccolo vasetto che però mi dà tanta soddisfazione.
Rimane un pò più dolce di quelle che mi è capitato di comperare già imbustate e la trovo deliziosa , e ora la trasformerò in una cremina che io ho chiamato pesto ,ma in reltà ho aggiunto solo 3 ingredienti:
-rucola fresca
-grana padano
-e.v.o Borgoliva Fontanara


Un  'olio leggermente più forte dell'altro BIO Fontanara che ho utilizzato nella precedente ricetta e l'ho scelto appunto perchè qui l'ho usato molto più a crudo e volevo che i sapori risaltassero maggiormente e non ho sbagliato a pensarla così!
Continuiamo...allora salsina alla rucola Pronta!
Teniamola da parte, ci servirà più tardi.
Mettiamo sù intanto  a bollire l'acqua salata per la pasta e mettete dentro anche una zucchina a cuocere.
Dopo 10 minuti circa dovreste già riuscire ad affondarci dentro la forchetta, ecco è il momento giusto per tirarla fuori e per metterci la pasta.
Scegliete quello che volete in base al vostro gusto , io ho usato i sedanini perchè mi piace molto la pasta rigata e avevo in casa quelli.
Con la zucchina ho fatto dei dadini e l'ho messa a cuocere ancora con un pò di cipolla e un filo d'olio e.v.o Fontanara per insaporire e inoltre in un altra padella dei pezzetti di pancetta affettata  a dorare per dare al piatto un pò di croccantezza 


appena insaporita la zucchina , ne ho  poi messa nel mixer una parte per creare una salsina (metodo da mamma per far mangiare le zucchine a mia figlia) a cui ho aggiunto anche una bustina di zafferano e dell'olio E.v.o Borgoliva Fontanara
SAPORE e COLORE
accoppiata fantastica in cucina





Poi l'ho arricchito con il grana a cestino che faccio spesso perchè a mia figlia piace molto e devo dire che rende il piatto sempre molto carino, lo spiego per chi non l'avesse mai fatto.


in una pentola antiaderente molto calda mettete il grana grattuggiato molto fitto e in una consistente quantità, aspettate che si cuocia, lo vedrete perchè prende colore e si compatta, ma non fatelo dorare molto. 
A quel punto prendete delle pinze da cuoco e giratelo solo pochi secondi e lo sollevate adagiandolo su un contenitore del quale volete ottenere la forma(una scodella piuttosto che un bicchiere),lo lasciate lì qualche minuto e appena sarà indurito avrete ottenuto il vostro contenitore commestibile!
Ora non ci resta che scolare la pasta e metterla nella crema di zucchine allo zafferano per amalgamarla e unire tutti gli ingredienti precedentemente preparati in quest'ordine:
Sul  piatto un letto di pesto alla rucola ,
 sopra adagiamo il cestino di grana in cui mettiamo la pasta in crema di zafferano e zucchine, 
e sopra la pancetta croccante
 e per richiamare il gusto sottostante qualche goccia di pesto alla rucola
 e di olio Borgoliva FONTANARA
Vi assicuro che i gusti insieme sono ottimi , la croccantezza del cestino e della pancetta danno la giusta scala di sapori e di consistenza al palato che sicuramente invoglia l'appetito e direi che abbiamo appagato anche la vista, che ne dite







                                                 Ringrazio Fontanara per la collaborazione







lunedì 18 agosto 2014

Fagottini ripieni presso"home sweet home"con Fontanara che ne esalta il sapore

Non sono una food blogger né mi sono mai sentita tale...non ne ho né le capacità culinarie , né quelle fotografiche!
Sì perché diciamola tutta ,alcune foto di food blogger che seguono sembra che i loro piatti siano usciti da una rivista dedicata all'alta cucina.
Io ho però una grande caratteristica amo mangiare, sono una buona forchetta e mi piace"trafficcare "in cucina e per quanto mi riguarda questa è una di quelle caratteristiche per cui è più facile che scelga di rifare una ricetta tratta da un blog più semplice che da quelle "da rivista".
Oggi vi porto nella mia cucina per proporvi una ricettina semplice ma gustosissima.
Mi capita spesso di arrivare al Venerdì e di fare una cenetta "pulisci frigo"come la chiamo io...sì perché io apro il frigo , guardo cosa è rimasto (e so che capita anche  a molte di voi) e di trovarvi ad esempio: un pezzetto di fontina ormai grosso come un dado , una fetta sola di prosciutto , un uovo(e noi siamo in 4 ) una zucchina sola ,sola che cerca compagnia. e delle lenticchie usate come contorno la sera prima ed avanzate...ed è in uno di questi momenti che io creo!!
E la ricettina di questo week end è stata questa:
FAGOTTINI  DI PASTA FILLO RIPIENI 
e adagiati su un letto di CREMA DI LENTICCHIE



Vi ho fatto venire il languorino vero?
E allora vi svelo il procedimento semplice e veloce per rifarla anche voi.
INGREDIENTI:
Per il ripieno
1 zucchina
1 fetta di prosciutto
1 uovo
1 pezzo di fontina
Olio e.v.o Fontanara ( io ho usato il Borgoliva BIO)
per il letto 
lenticchie fatte a purea con  Olio e.v.o Fontanara (io ho usato il Borgoliva bio)

e la pastafillo!!
Ora vi spiego i pochi passaggi veloci ...prendete dal frigo gli ingredienti che vi ho elencato prima ( che come  avete sicuramente notato sono gli avanzi delle sere precedenti e quindi potete variare sia l'affettato che il formaggio e il risultato non cambierà) li mettete in padella a pezzettini e li fate insaporire con l'aggiunta dell'olio BIO Borgoliva Fontanara .
Su questo invece vi consiglio di non cambiarlo, è uno degli elementi che ha permesso al piatto di ottenere quel gusto pieno e saporito che ha avuto.




  e ora aspettiamo che prenda sapore e gli elementi si amalgamino tra di loro.
Nel frattempo creiamo la cremina da usare come fondo del piatto, e quella è data dalle lenticchie semplicemente messe nel tritatutto, con dell'olio Bio Borgoliva Fontanara che ha reso la cremina deliziosa e molto saporita, dal sapore pieno e deciso.






Ora che la cremina è pronta ,e il ripieno sicuramente avrà preso saporeandiamo alla fase RIEMPIMENTO.
Prendete la pasta fillo che di solito è stesa , tagliate il foglio a metà e riempite con un pugno di ripieno.
Per ottenere una consistenza più resistente (perchè se non l'avete mai usata la pasta fillo è sottilissima) e infine croccante mettete anche 3 o 4 fogli uno sopra l'altro , impugnate il fagotto ottenuto e attorcigliate la parte finale come ad ottenere un piccolo uovo pasquale.
E voilà è pronto per essere infornato.



al termine della cottura,vi basterà mettere un cucchiaio di crema di lenticchie a specchio sul piatto e adagiarvi sopra due fagottini e voilà la cena è servita!!!
 Quella sera mia suocera era nostra ospite e mi ha detto " Betta ma questo è da foto"....orgogliosa io!!!


Ringrazio Fontanara per la gentile collaborazione 

lunedì 21 luglio 2014

Un amico in cucina....l'efficacia di sempre che mi dà una mano:FINISH


Avrei voluto aprire questo post dicendo che avevo creato un alleato anti macchia hand made per la mia lavastoviglie....ma nulla!
Vi avevo già parlato in passato di un composto per lavatrice di mia creazione che aveva dato ottimi risultati, e speravo che con l'aggiunta di bicarbonato avrei potuto ottenere anche un buon detersivo per piatti "fatto in casa".
Ma ho toppato... NON SGRASSA... al contrario, OPACIZZA piatti e bicchieri... ho deciso quindi di tornare ad affidarmi al meglio in termini di detersivi per lavastoviglie: FINISH.
Immagino che non abbia bisogno di presentazioni, è un nome che è garanzia di risultati e professionalità senza eguali.
Ci tengo inoltre a sottolineare che è uscita una linea molto attenta alla protezione anche dei nostri piccoli che si chiama FORZA E PUREZZA.
Il nome stesso richiama subito la maggiore delicatezza dei nuovi prodotti: lo stesso risultato di Finish con meno allergeni.
Infatti questa nuova linea è priva di candeggina, profumi e coloranti aggressivi ed ha ridotto il contenuto di fosfati in favore di un pulito eccellente, a prova di mamma! 
E chi mi segue sa che io apprezzo gli sforzi dei grandi brand nel prendersi cura delle nostre esigenze di mamme.
Un altro errore che facevo era sostituire il sale per lavastoviglie con il comune sale da cucina.
Ma sbagliavo e mi sono detta: "Ma sono anche una casalinga imperfetta oltre ad una mamma imperfetta?
Non ne combino mai una giusta!"
Per fortuna ho la mia mamma che mi porta sempre sulla retta via! Lei da che ho memoria non usa altro che Finish, anche per il sale e il brillantante.
sale lavastoviglie





Infatti é stata proprio lei ad insegnarmi l'importanza di usarlo, in quanto gli altri sali potrebbero contenere elementi che possono compromettere la qualità del lavaggio ed il funzionamento del sistema anticalcare.
Lei usa Finish Sale ultra attivo e si trova sempre un lavaggio perfetto senza residui, infatti Finish Sale Ultra Attivo addolcisce l'acqua in modo efficace e aumenta le prestazioni del detersivo.
Io non posso più fare a meno della lavastoviglie, ho rinunciato ad uno scomparto della mia cucina per averla, ne ho una a 9 posti ed è diventato un salva mamma.
Mi permette di dedicare più tempo ai miei piccoli e di farmi aiutare a prepararla e svuotarla, facendomi guadagnare più tempo per me stessa... inutile dire quindi che per me è diventata irrinunciabile e devo prendermene cura!!
E Finish per me ha un valore aggiunto non solo per la reale efficacia dei suoi prodotti ma anche per i progetti concreti che realizza.
Sapete che io mi occupo di laboratori con i bambini dedicati al riciclo e alla salvaguardia dell'ambiente, e ho trovato sul loro sito un progetto legato alle scuole molto interessante che si chiama "LA SCUOLA NON SCIALACQUA”, il cui intento è quello di insegnare ai bambini a non sprecare l'acqua, che è un bene prezioso.
Spero di aver modo di partecipare ad uno dei prossimi progetti autunnali.
Se a qualcun'altro interessa vi lascio il link diretto:



http://www.finishinfo.it/notizie-e-offerte/offerte/progetto-educativo-la-scuola-non-scialacqua/progetto-educativo-la-scuola-non-scialacqua/


E ora che i piccoli dormono, vado a caricare la lavastoviglie per restare in tema....con Finish ovviamente a facilitarmi la vita!

martedì 17 giugno 2014

Un gioco che finalmente non si rompe e non rompe...anzi!!!

  Eccomi qui a parlarvi di giochi.....è naturale ,anche perchè con due bambini come i miei tra un pò esco io per fare posto a quelli che hanno!
Il problema è che io sono peggio di loro: sì perchè sotto le camuffate spoglie di una mamma c'è in realtà una bambina mai cresciuta, con una sindrome di Peter Pan mai passata.
Quindi mi metto volentieri a giocare con i miei  bambini e così unisco il mio divertimento al loro.
Così la mia Sofia è felice di avere un pò per se la sua mamma e poi con lei i giochi sono più coinvolgenti anche per me...o vestiamo e giochiamo con le bambole creando storie sempre diverse oppure creiamo varie cose con le costruzioni o altri giochi in cui viene stimolata anche la sua immaginazione oltre che idonei al suo apprendimento.
Il problema più grosso ce l'ho invece con Filippo o dovrei dire "miniAttila"...sì perchè dove passa lui non cresce più nulla.
Lui è principalmente attirato dai giochi della sorella, ma o sono troppo piccoli o sono troppo delicati , non sono affatto adatti a lui.
Con lui siamo nella fase
LANCIA
ROMPI
MORSICA
 e capite che questa limita, non poco, la scelta dei giochi.
Le macchinine sembravano la soluzione ideale al principio, finchè ,in uno dei suoi momenti di falsa calma , quindi in cui noi speriamo che lui finalmente abbia trovato il gioco che lo riesce a intrattenere per più di due minuti e invece ti accorgi che ne sta combinando una delle sue, lui gli ha già staccato le 4 ruote e se le sta mangiando di gusto ,oppure le lancia alle sue spalle esprimendo dei desideri, forse?
Tipo Fontana di Trevi ?
 Chi lo sa?
Senza sottolineare che durante i suoi lanci c'è sempre il rischio di rompere qualcosa....
I libri sonori o di cartinato pesante adatti alla sua età li morsica o, comunque, con un lavoro certosino (fatto sempre nei momento di falsa calma) riesce a staccarli dal cartone principale che fa da copertina e mi trovo le pagine staccate e la parte sonora che vaga isolata.
Anche libri che erano usciti indetti dell'infanzia tranquilla della sorella....!!!!
Allora con questo post vorrei consigliare a chi ha dei piccoli Attila per casa come me che ho trovato una soluzione per farlo giocare senza danneggiare lui e ciò che lo circonda.
E' un memory della linea baby della Ravensburger

disponibile anche nella versione base con immagini che comunemente circondano il bambino e che gli permettono di costruire storie e stimolare l'immaginazione.

Noi abbiamo scelto quello della fattoria , il primo che vi ho mostrato.
Le tessere sono di stoffa imbottita , abbastanza grandi da maneggiare e di consegenza semplici da afferrare .
La parte dietro ha la scritta Ravensburger che si ripete ,mentre il fronte rappresenta i personaggi della fattoria
 Lui più che associarli ora li rovescia e li impila , riconosce gli animali e ne riproduce i versi....ma ad ognuno i suoi  tempi.
Infatti il gioco è adatto ai bimbi dai 30 mesi e quindi è normale che il suo approccio iniziale sia ancora limitato.
Io da mamma non posso che parlarvene bene perchè 2 dei problemi di cui vi parlavo li ho risolti: rovescia ancora , ma almeno non rompe nulla e non lo mangia.!
Lo morsica, ci prova ...ma una bella lavata ed è come nuovo.



Infatti le tessere, essendo in stoffa, sono lavabili anche in lavatrice.
Ovviamente abbiate la cura di utilizzare dei detersivi il più naturale possibile perchè li metterà ancora in bocca
Aveva provato a giocare ai memory della sua sorellina, ma il primo era in cartonato pesante e cosa vi dico a fare che fine ha fatto..le tessere da intere sono a metà,....quello in legno non ha avuto un futuro migliore , ha succhiato finchè la parte disegnata non si è sbiadita...povera ,me!!!
Ditemi che non sono l'unica ad avere in casa un piccolo terremoto....rincuoratemi vi prego, mamme?!?!?!?
Comunque ritornando a noi , costa circa € 19,00 ed è composto da 24 pezzi e se non lo trovate nei negozi è possibile acquistarlo anche su Amazon ( dove ora è in promozione a € 17,17)

Fatemi sapere se l'avete trovato nei negozi , se l'avete comprato e soprattutto se anche a voi ha soddisfatto come a me.

lunedì 9 giugno 2014

Non c'è trucco e non c'è inganno :TORTA MAGICA con Vom Fass


Oggi vi ripropongo una torta che faccio spesso , ormai ci ho preso la mano e posso condividerla con voi.
E' una torta vegana che ho trovato sulla pagina di una mia amica.
Io premetto, non sono vegana , ma ho molte intolleranze alimentari e trovo in questa cucina delle soluzioni spesso adatte ai miei problemi.
Secondo me, oggi convincerò molte di voi a provarci non tanto per gli ingredienti ma perchè questa torta si cucina senza ciotola, direttamente in teglia.
La novità è che ho provato un olio fantastico, molto delicato ma molto profumato DI PINOLI della linea
VOM FASS


http://www.vomfass.it/




 
e ho voluto aggiungerlo a questa torta ed è stata un ottima idea!


Cominciamo con gli ingredienti e poi man mano vi racconto:

INGREDIENTI:
170 gr di farina
170 gr di zucchero
3 cucchiai di cacao amaro in polvere
6 cucchiai di olio di pinoli VOM FASS
1 cucchiaino di bicarbonato
1/2 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di aceto bianco

Come avete letto non ci sono uova, non c'è burro e non c'è lievito.
E nonostante tutto magicamente lei cresce e diventa soffice come una torta paradiso e questo è dato dal bicarbonato e dall'aceto che insieme hanno una reazione lievitante naturale.


Prima oliate leggermente la teglia che non deve essere molto grande , così cresce meglio e poi cominciate inserendo priam gli ingredienti solidi e poi concludete con i liquidi e poi infornate!
Et voilà ,si sporca poco e niente e il risultato è fenomenale!
Ecco la mia meravigliosa torta al cioccolato gustosissima con un delicato gusto ai pinoli.






 Se non avete provato mai questa linea fatelo in fretta perchè la scelta è vastissima e si adatta anche  ai palati più raffinati e particolari.
E scoprirete dei gusti che vi faranno insaporire i vostri piatti in semplicità senza più usare condimenti ricchi e pesanti.
Io personalmente ho scelto l'olio di pinoli  con l'idea di fare un pesto più saporito con il basilico fresco e poi sono finita sul dolce, l'olio all'aglio e un aceto balsamico di uva ,zenzero e limone

 
Queste bottiglie personalizzate mi ricordano la cura e la raffinatezza di quei mercatini biologici che mi piace tanto frequentare, dove il prodotto viene imbottigliato di fronte ai tuoi occhi e poi scritto a mano sulla bottiglia.
E non solo la bottiglia richiama il "sapore di una volta" ma anche il gusto che rimane sul palato è molto deciso e nello stesso tempo delicato.
Vom Fass richiama il sapore delle cose fatte a mano , non delle lavorazioni industriali di cui il supermercato è pieno e a cui purtroppo il mercato di ora ci ha abituato.
Bisognerebbe ricordarsi di certi sapori , di certi profumi ...qui basta veramente svitare un tappo per rendersi conto anche ad occhi chiusi di ciò che si andrà ad assaporare, anche affidandosi solo all'olfatto.
Io personalmente con i problemi alimentari di cui soffro mi sono avvicinata molto al biologico , guadagnandoci in salute, permettedomi ancora di poter assaporare cibi ormai dimenticati e che credevo ormai di mettere nel domenticatoio per sempre.
No ,c'è ancora quel piccolo angolo dove il tempo si è fermato ...dove c'è ancora il "sapore di una volta"
A Milano c'è un negozio proprio vicino al teatro ed è una meraviglia fermarsi davanti ...guardate voi stessi!


Se non siete fortunati come me e non avete negozi nelle vicinanze non disperate, potete tranquillamente ordinarli sul loro shop on line dove troverete anche tante ricette per poter abbinare meglio questi sapori
 scoprite queste linea anche attraverso il gioco che c'è sul loro sito  #concorsovomfass che vi permetterà di vincere €300,00 in buoni spesa...è semplicissimo. 
Io ci ho provato e ora tocca  a voi.









martedì 27 maggio 2014

"Le cose semplici sono sempre di buon gusto " e La CREMERIE lo sa


Eccomi tornata dopo la stancata della cameretta e come posso riprendere se non con un post sulla cosmesi.
Sì perchè dopo tanta fatica mi sono ritagliata del tempo per me.




Proprio io che nonostante mi occupi della pagina facebook di un Centro Estetico sono molto più "casalinga", nei generis.
Amo di più il relax di casa mia, non amo "farmi mettere le mani addosso" da altri, nonostante le poche volte che ho ceduto è stato paradisiaco!!!!...Ma io, sono ormai una mezza carretta, e quindi dopo l'idillio c'è stato l'inferno perchè non sapevo di soffrire di cervicale fino a quando non me l'hanno toccata, e nonostante in quell'oretta di massaggio mi sembrava davvero di essere in paradiso il giorno dopo ero immobilizzata con vertigini e nausee che non vi raccomando....
Comunque tralasciamo quest'episodio di casa mia e ritorniamo al nostro angolo #bellezza.
Per il mio momento relax mi sono affidata allo scrub della linea La Cremerie che già dal nome mi ispirava dolcezza.
http://www.lacremeriestore.com/
Anche la scelta del logo mi riportava la dolcezza e la morbidezza di quintali di coccole.
I prodotti di questo marchio sono fatti a mano ,utlizzando materie prime tra il 99 e il 100% naturale ed è per questo che ho deciso di sceglierla e di parlarvene.
Mettono tutto il loro impegno e amore nel preparare i prodotti cosmetici La Cremerie.
I loro prodotti sono rigorosamente fatti a mano per esaltare l’unicità dei principi attivi naturali diversi uno dall’altro per natura.


 In funzione del raccolto e del periodo dell’anno, ogni lotto di produzione avrà caratteristiche leggermente diverse di colore e di profumo, seguendo quindi le naturali esigenze della pelle durante le diverse stagioni.
Come dovrebbe essere anche per noi in cucina ,da noi c'è un detto  "Zucch e melon a la sua stagion" traduzione :zucca e melone ad ognuno la sua stagione!Si risparmierebbe e la natura ci aiuterebbe in sapore e in sostanze nutritive!
Non vengono utilizzati coloranti sintetici e i bellissimi colori dei prodotti La Cremerie derivano dal naturale colore dei preziosi principi attivi che contengono.
Ad esempio il mio scrub Corpo di cui vi parlerò era di un bel fior di pesca e credo sia dato dal pepe rosa in esso contenuto


Grande importanza riveste la raccolta spontanea di piante selvatiche ricche di attivi estremamente efficaci. La raccolta spontanea viene effettuata con cura in campi incontaminati di alta collina, montagna ed alta montagna a circa 1500 metri di altitudine.
Le piante così coltivate vengono raccolte ed immediatamente lavorate secondo il METODO FRESCO per ottenere il massimo di funzionalità cosmetica. Le estrazioni avvengono senza solventi e rigorosamente sempre a temperatura ambiente per non inattivare i principi attivi. Una volta estratti i principi attivi vengono analizzati, titolati e preparati per l’utilizzo finale.
Il prodotto che ho avuto modo di provare è lo SCRUB CORPO ANTICELLULITE E RASSODANTE (chi non è ha bisogno con la prova costume alle porte?) con caffè verde , rabarbaro , ippocastano  edera e pepe rosa.


Devo dire che non conoscevo nè il profumo , nè le proprietà di metà dei componenti presenti in questo scrub e allora sono andata a leggere perchè io amo scoprire e conoscere:
L'ippocastano ha proprietà terapeutiche legate alla circolazione ad esempio, e viene utilizzato spesso in campo medico soprattutto per problemi legati alle gambe e ha quindi un alto potere decongestionante che lo rende adatto anche all'uso in cosmesi.
Il rabarbaro era sconosciuto a me e invece scopro che ha tantissime proprietà ed in cosmesi appunto è molto utilizzato per la sua potente forza tonica nei confronti appunto dei tessuti.
Voi li conoscevate?
Questo è il suo INCI:
Sodium chloride, helianthus annuus, prunus amygdalus dulcis oil, maris sal, persea gratissima oil, hedera helix extract, argilla, aesculus hippocastanum extract, rheum officinale extract, curcuma longa  extract, dehydroacetic acid, schinus molle extract, coffea arabica extract, glyceryl  caprylate, benzyl alcohol, ascorbyl palmitate, rosmarinus officinalis extract, parfum.
e sapete cosa mi piace anche ????
L'onestà.Non trovate scritto ....naturale al 100%...ma al 99,6..quasi la perfezione,
 ma si ammette ciò che è !!!
 Bravi!!! I miei complimenti
Ma ora veniamo alla mia esperianza concreta: devo dire diversa dal solito.

Aprendo il prodotto non è stato tanto il profumo ad incuriosirmi ma quanto la consistenza.
C'era uno strato oleoso sopra e la parte granulosa a cui sono abituata parlando di uno scrub, sotto.
Diceva di utilizzarne un cucchiaio sotto lo doccia e così ho fatto.
La sensazione che ho avuto subito è stata di morbidezza e questo secondo me lo differenzia subito dagli altri scrub e poi ho notato che non mi veniva via "la pelle morta"come mi succede con altri e mi sono detta "Mah..." e invece appena mi sono asciugata, l'azione di pulizia è avvenuta lì e ho inoltre notato la pelle molto morbida senza aver utilizzato nulla dopo.
Infatti lo scrub dovrebbe essere accompagnato al termine del suo utlizzo dalla crema o dall'olio da massaggio anticellulite in abbinato , ma su quello non posso dare la mia opinione in quanto ho provato solo lo scrub, ma già da solo io l'ho trovato molto idratante.
Solitamente dopo lo scrub la pelle la sente già più morbida ,ma in questo caso la parte oleosa mi ha lasciato la medesiam sensazione di aver spalamto in seguito un olio corpo.
Io l'ho trovato fantastico.
Per l'azione di rassodamento e anticellulite  credo di aver bisogno di più utilizzi  per  esprimermi ma volevo condividere con voi l'esperienza già al primo uso.
Il profumo non so descrivervelo , è delicato e gradevole , ma non riesco ad associarlo a nulla a me conosciuto, forse può essere il rabarbaro o l'ippocastano a predominare .che come vi dicevo prima non conoscevo.
Siccome mi è sembrato di non avervi trasmesso in pieno quello
che ho provato vi ho fatto un piccolo video dimostrativo ....buona visione.




Questa linea di prodotti la potete trovare anche dalla Vostra estetista, infatti La Cremerie è una linea famosissima all'interno di molte Spa, in modo da potervi proporre sia prodotti da cabina abbinati a trattamenti eseguiti da esperte e abili mani, sia per una continuità domiciliare.
Potete chiamare il numero verde 800 912 388 per trovare lo shop "la Cremerie " più vicino  a voi
 o consultare il sito http://www.lacremeriestore.com/ 
per scoprire l'ampia gamma di prodotti e le manifestazioni
in cui La Cremerie sarà presente.

Io ringrazio personalmente La  Cremerie per avermi dato la possibilità di provare un loro prodotto.


venerdì 23 maggio 2014

Cameretta a tutto tondo!

Per chi mi segue anche su fb sa che il mio stare lontano dal blog è dovuto a lavori forzati per rifare la cameretta dei bambini che abbiamo deciso di fare.
Abbiamo avuto un occasione specialissima di una cameretta completa con i due letti ,bellissima e in super offerta,ma c'era una


clausola "PORTATELA VIA SUBITO".
Io non so voi ,ma questo subito per me che sono pasticciona e disordinata voleva dire svuotare un armadio in cui avevo accumulato anni e anni di cose, pochi vestiti ,ma tante cose che io non riesco a buttare.
Eccolo, 6 ante sopra e 6 ante sopra

 

svuotarlo non è stata dura in fondo ,ma questo è il risultato al termine dello svuotamento!!!


AIUTOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!
Munita di scala ci siamo dati alla pittura


e ora eccola finita con i loro ospiti già pronti all'utilizzo!!!



Ma siccome per i bimbi tutto è un gioco eccoli tanto che le ante sono ancora vuote giocare a nascondino!


Ora vi lascio che devo andare di riempimento...