Google+ Followers

giovedì 3 aprile 2014

ASSENZA GIUSTIFICATA!

Ho aperto il blog e mi sono accorta che ormai era un mese che non lo aggiornavo!
Caspita!!
Di solito si dice che il tempo vola quando ci si diverte , ma per me la causa è stata un altra.
Mio papà non è stato bene, ha avuto un infarto.
Fortunatamente non di quelli che lo hanno visto al suolo a tenersi il petto...no , fortunatamente questa scena e questo dolore l'ha risparmiato a noi e a lui stesso.
Erano circa 3 settimane che lui ci segnalava una sensazione di pesantezza che però lui ha attribuito ad una mangiata con amici ( costine con le verze...piattino proprio leggero!!!) e nulla di più facile che proprio quello sia stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.
Bhè comunque il peso continuava, poi è arrivata la tosse, quindi noi credevamo a ciò che lui ci diceva.
E non voleva andare dal dottore, perchè troppo fifone.
Lui insisteva sulla sua linea , secondo la quale se non vai dal dottore non hai nulla, se cominci ad andarci ti trovano tutto.
Fino a 3 settimane fa circa, quando ormai faceva fatica a respirare e si è deciso ad andare a farsi vedere e ovviamente la dottoressa gli ha detto subito di andare al Pronto Soccorso accompagnato e così è stato.
Sono andata con lui e dopo poco mi hanno chiamato per dirmi che lo trattenevano per quest'infarto che lui non si era accorto di aver fatto.


Ringrazio che sia stato così silente , infatto il giorno dopo gli hanno fatto subito la coronografia e già stava meglio , un bel colorito che lo faceva sorridere, finalmente riusciva a riposare senza quel "peso sullo stomaco" come lo chiamava lui.

Dopo 10 giorni ora è finalmente tornato , decisamente dimagrito , ha perso 10 kg e si è anche spaventato perchè ora segue alla lettera ciò che gli dice il medico.
Ha una serie di pastiglie da prendere,ma almeno è a casa e sta bene!
Quindi spero giustifichiate la mia latitanza!
Assenza giustificata direi!





1 commento:

Mara Lazzaretto ha detto...

Non mi ha detto niente di quanto è successo a tuo papà. Mi spiace molto, ma sono contenta che si sia risolto tutto per il meglio. Anche a mio papà è successo due volte nello stesso modo, cioè senza accorgersi. Come hai detto tu è la modalità "migliore", ma lo spavento che prende a noi figlie rimane per sempre. Ti sono vicina. Un abbraccio