Google+ Followers

martedì 17 giugno 2014

Un gioco che finalmente non si rompe e non rompe...anzi!!!

  Eccomi qui a parlarvi di giochi.....è naturale ,anche perchè con due bambini come i miei tra un pò esco io per fare posto a quelli che hanno!
Il problema è che io sono peggio di loro: sì perchè sotto le camuffate spoglie di una mamma c'è in realtà una bambina mai cresciuta, con una sindrome di Peter Pan mai passata.
Quindi mi metto volentieri a giocare con i miei  bambini e così unisco il mio divertimento al loro.
Così la mia Sofia è felice di avere un pò per se la sua mamma e poi con lei i giochi sono più coinvolgenti anche per me...o vestiamo e giochiamo con le bambole creando storie sempre diverse oppure creiamo varie cose con le costruzioni o altri giochi in cui viene stimolata anche la sua immaginazione oltre che idonei al suo apprendimento.
Il problema più grosso ce l'ho invece con Filippo o dovrei dire "miniAttila"...sì perchè dove passa lui non cresce più nulla.
Lui è principalmente attirato dai giochi della sorella, ma o sono troppo piccoli o sono troppo delicati , non sono affatto adatti a lui.
Con lui siamo nella fase
LANCIA
ROMPI
MORSICA
 e capite che questa limita, non poco, la scelta dei giochi.
Le macchinine sembravano la soluzione ideale al principio, finchè ,in uno dei suoi momenti di falsa calma , quindi in cui noi speriamo che lui finalmente abbia trovato il gioco che lo riesce a intrattenere per più di due minuti e invece ti accorgi che ne sta combinando una delle sue, lui gli ha già staccato le 4 ruote e se le sta mangiando di gusto ,oppure le lancia alle sue spalle esprimendo dei desideri, forse?
Tipo Fontana di Trevi ?
 Chi lo sa?
Senza sottolineare che durante i suoi lanci c'è sempre il rischio di rompere qualcosa....
I libri sonori o di cartinato pesante adatti alla sua età li morsica o, comunque, con un lavoro certosino (fatto sempre nei momento di falsa calma) riesce a staccarli dal cartone principale che fa da copertina e mi trovo le pagine staccate e la parte sonora che vaga isolata.
Anche libri che erano usciti indetti dell'infanzia tranquilla della sorella....!!!!
Allora con questo post vorrei consigliare a chi ha dei piccoli Attila per casa come me che ho trovato una soluzione per farlo giocare senza danneggiare lui e ciò che lo circonda.
E' un memory della linea baby della Ravensburger

disponibile anche nella versione base con immagini che comunemente circondano il bambino e che gli permettono di costruire storie e stimolare l'immaginazione.

Noi abbiamo scelto quello della fattoria , il primo che vi ho mostrato.
Le tessere sono di stoffa imbottita , abbastanza grandi da maneggiare e di consegenza semplici da afferrare .
La parte dietro ha la scritta Ravensburger che si ripete ,mentre il fronte rappresenta i personaggi della fattoria
 Lui più che associarli ora li rovescia e li impila , riconosce gli animali e ne riproduce i versi....ma ad ognuno i suoi  tempi.
Infatti il gioco è adatto ai bimbi dai 30 mesi e quindi è normale che il suo approccio iniziale sia ancora limitato.
Io da mamma non posso che parlarvene bene perchè 2 dei problemi di cui vi parlavo li ho risolti: rovescia ancora , ma almeno non rompe nulla e non lo mangia.!
Lo morsica, ci prova ...ma una bella lavata ed è come nuovo.



Infatti le tessere, essendo in stoffa, sono lavabili anche in lavatrice.
Ovviamente abbiate la cura di utilizzare dei detersivi il più naturale possibile perchè li metterà ancora in bocca
Aveva provato a giocare ai memory della sua sorellina, ma il primo era in cartonato pesante e cosa vi dico a fare che fine ha fatto..le tessere da intere sono a metà,....quello in legno non ha avuto un futuro migliore , ha succhiato finchè la parte disegnata non si è sbiadita...povera ,me!!!
Ditemi che non sono l'unica ad avere in casa un piccolo terremoto....rincuoratemi vi prego, mamme?!?!?!?
Comunque ritornando a noi , costa circa € 19,00 ed è composto da 24 pezzi e se non lo trovate nei negozi è possibile acquistarlo anche su Amazon ( dove ora è in promozione a € 17,17)

Fatemi sapere se l'avete trovato nei negozi , se l'avete comprato e soprattutto se anche a voi ha soddisfatto come a me.

lunedì 9 giugno 2014

Non c'è trucco e non c'è inganno :TORTA MAGICA con Vom Fass


Oggi vi ripropongo una torta che faccio spesso , ormai ci ho preso la mano e posso condividerla con voi.
E' una torta vegana che ho trovato sulla pagina di una mia amica.
Io premetto, non sono vegana , ma ho molte intolleranze alimentari e trovo in questa cucina delle soluzioni spesso adatte ai miei problemi.
Secondo me, oggi convincerò molte di voi a provarci non tanto per gli ingredienti ma perchè questa torta si cucina senza ciotola, direttamente in teglia.
La novità è che ho provato un olio fantastico, molto delicato ma molto profumato DI PINOLI della linea
VOM FASS


http://www.vomfass.it/




 
e ho voluto aggiungerlo a questa torta ed è stata un ottima idea!


Cominciamo con gli ingredienti e poi man mano vi racconto:

INGREDIENTI:
170 gr di farina
170 gr di zucchero
3 cucchiai di cacao amaro in polvere
6 cucchiai di olio di pinoli VOM FASS
1 cucchiaino di bicarbonato
1/2 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di aceto bianco

Come avete letto non ci sono uova, non c'è burro e non c'è lievito.
E nonostante tutto magicamente lei cresce e diventa soffice come una torta paradiso e questo è dato dal bicarbonato e dall'aceto che insieme hanno una reazione lievitante naturale.


Prima oliate leggermente la teglia che non deve essere molto grande , così cresce meglio e poi cominciate inserendo priam gli ingredienti solidi e poi concludete con i liquidi e poi infornate!
Et voilà ,si sporca poco e niente e il risultato è fenomenale!
Ecco la mia meravigliosa torta al cioccolato gustosissima con un delicato gusto ai pinoli.






 Se non avete provato mai questa linea fatelo in fretta perchè la scelta è vastissima e si adatta anche  ai palati più raffinati e particolari.
E scoprirete dei gusti che vi faranno insaporire i vostri piatti in semplicità senza più usare condimenti ricchi e pesanti.
Io personalmente ho scelto l'olio di pinoli  con l'idea di fare un pesto più saporito con il basilico fresco e poi sono finita sul dolce, l'olio all'aglio e un aceto balsamico di uva ,zenzero e limone

 
Queste bottiglie personalizzate mi ricordano la cura e la raffinatezza di quei mercatini biologici che mi piace tanto frequentare, dove il prodotto viene imbottigliato di fronte ai tuoi occhi e poi scritto a mano sulla bottiglia.
E non solo la bottiglia richiama il "sapore di una volta" ma anche il gusto che rimane sul palato è molto deciso e nello stesso tempo delicato.
Vom Fass richiama il sapore delle cose fatte a mano , non delle lavorazioni industriali di cui il supermercato è pieno e a cui purtroppo il mercato di ora ci ha abituato.
Bisognerebbe ricordarsi di certi sapori , di certi profumi ...qui basta veramente svitare un tappo per rendersi conto anche ad occhi chiusi di ciò che si andrà ad assaporare, anche affidandosi solo all'olfatto.
Io personalmente con i problemi alimentari di cui soffro mi sono avvicinata molto al biologico , guadagnandoci in salute, permettedomi ancora di poter assaporare cibi ormai dimenticati e che credevo ormai di mettere nel domenticatoio per sempre.
No ,c'è ancora quel piccolo angolo dove il tempo si è fermato ...dove c'è ancora il "sapore di una volta"
A Milano c'è un negozio proprio vicino al teatro ed è una meraviglia fermarsi davanti ...guardate voi stessi!


Se non siete fortunati come me e non avete negozi nelle vicinanze non disperate, potete tranquillamente ordinarli sul loro shop on line dove troverete anche tante ricette per poter abbinare meglio questi sapori
 scoprite queste linea anche attraverso il gioco che c'è sul loro sito  #concorsovomfass che vi permetterà di vincere €300,00 in buoni spesa...è semplicissimo. 
Io ci ho provato e ora tocca  a voi.